A PADOVA DEBUTTA IL PRIMO “SHARJAH – ITALY SEMINAR”, LA DELEGAZIONE EMIRATINA PRONTA AD INCONTRARE LE AZIENDE ITALIANE

Sharjah Italy seminar

Lunedì 10 aprile 2017  a Padova a partire dalle ore 9.30, presso la Sala delle Feste dell’Hotel Crowne Plaza, si terrà il primo “Sharjah – Italy Seminar”, evento gratuito previa registrazione, organizzato da EFG Consulting, società di consulenza per l’internazionalizzazione referente esclusiva di Shurooq e Invest in Sharjah, Autorità per gli Investimenti e lo Sviluppo dell’Emirato di Sharjah.

La ricerca e la continua attenzione degli Emirati Arabi Uniti verso i prodotti e servizi Made in Italy in ogni settore economico, come testimoniato dall’incessante crescita delle importazioni dall’Italia, rappresentano un’opportunità irrinunciabile per le aziende italiane.

Per l’occasione, insieme al presidente di EFG Consulting il Prof. Giovanni Bozzetti, saranno presenti in via eccezionale Ahmed Al Qaseer, COO di Shurooq, Mohamed Al Musharrkh, Direttore di Invest in Sharjah e Abdul Aziz Al Muhairi, Direttore di Sharjah Health Authority.

Obiettivo dell’iniziativa è la presentazione delle opportunità di business e di investimento nell’Emirato Sharjah, che si caratterizza per essere l’hub industriale del paese, con ben 1/3 della produzione industriale totale, e per la sua posizione strategica collocato nel crocevia tra Est ed Ovest con un duplice affaccio sul Golfo Arabico e sull’Oceano Indiano ove si sono sviluppati porti all’avanguardia e Free Zone dedicate alla logistica.

Sharjah è il terzo Emirato per estensione dopo Abu Dhabi e Dubai, nel 2014 ha registrato un PIL pari a 33 miliardi di euro, grazie alla presenza di 55200 PMI e un sistema infrastrutturale e logistico in forte sviluppo. Anche per questi motivi è già stato scelto da oltre 200 aziende italiane .

Real Estate, trasporti, logistica, turismo, food, nuove tecnologie, ambiente, energie rinnovabili, istruzione, ricerca e sanità sono i settori economici dove si prevede la crescita maggiore, ma la vera calamita per le imprese straniere è l’ incredibile opportunità di importare e riesportare senza dazi. Non ovunque, ma ora sono circa 40 i Paesi con i quali sono stati regolati accordi di libero scambio.

Con una popolazione di quasi 1,5 milioni di abitanti, Sharjah è inoltre la riconosciuta “capitale culturale” degli Emirati Arabi Uniti ed ospita ben 25 musei e 12 atenei universitari che ogni anno mobilitano quasi 50mila giovani di oltre 200 nazionalità.

Gli obiettivi di crescita 2020 sono impressionanti: il settore trasporti e logistica raggiungerà un turnover di 900 milioni di euro, l’Ambiente a quota 280 milioni di euro e l’ Healthcare sfiorerà la cifra di 42 miliardi di euro. È dell’inizio dell’anno, inoltre, la conferma della costruzione di Health-Care City, una Free Zone interamente dedicata alla Salute.

Il seminario, improntato alla concretezza, prevede nel pomeriggio una sessione di incontri BtoB durante la quale gli imprenditori italiani potranno interloquire direttamente con la delegazione emiratina.

Tra le aziende che hanno già confermato la propria presenza si evidenziano: Paghera, Frigomeccanica, Edengreen, Alfaparf, Maspero, Edoardo Lossa, Nicoletti Home e Unismart Padova.

Le aziende interessate a partecipare, potranno confermare la presenza contattando la segreteria organizzativa all’indirizzo emiratiarabi@efgconsulting.it – 02 26950309.

@efgconsulting

 

FacebookLinkedInPrint

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *